A cura di

Lungomare

Partecipanti
Se lo spazio pubblico si ferma temporaneamente

Come preludio della residenza 2020, Angelika Burtscher e Daniele Lupo di Lungomare e Margherita Manfra e Nasrin Mohiti Asli di orizzontale hanno discusso lo scorso 29 aprile 2020 sulle condizioni attuali dello spazio pubblico durante l’epidemia che stiamo vivendo.

È possibile guardare e ascoltare la conversazione come traccia audio o video.


Atti pubblici

En plein air.

La residenza di Lungomare 2020 con orizzontale si è aperta con tre atti pubblici, basati su esercizi pratici volti ad esplorare e riabitare gli spazi collettivi della città di Bolzano.

Lo shock della pandemia ci ha temporaneamente addomesticato e fatto vivere in uno stato di pseudo-cattività, mettendo in pausa la nostra libertà di utilizzare gli spazi pubblici, di usarli e percepirli come luogo d’incontro sociale.

Da qualche settimana abbiamo ricominciato a frequentare lo spazio esterno con una nuova cultura delle disposizioni, con regole e meccanismi di inclusione ed esclusione. Misure nate per tracciare dei confini spaziali, fisici e  comportamentali. Nastri che segnano divieti di attraversamento o l’uso di certi spazi pubblici mentre pattern pavimentali creano un sistema ordinato e stanziale, in cui come individui dovremmo muoverci e isolarci.

È arrivato il momento di attivare i nostri pensieri e le nostre azioni, abbiamo la necessità di varcare la soglia e uscire dalla nostra zona di comfort. Vogliamo riabitare i luoghi collettivi ed esercitare il diritto allo spazio esterno.

Atto pubblico #1

                           

Spazi circoscritti.
Tutela o esclusione?

20.06.20 / 11.00 – 13.00 / Via Cagliari 

Come primo approccio per uscire dal nostro stato di cattività, abbiamo cercato di materializzare un ambiente circoscritto. Con l’utilizzo di nastri segnaletici è stato creato uno spazio di confronto sul tema del confine.

Con la partecipazione di
Spazio autogestito 77 e Fridays for Future South Tyrol

Atto pubblico #2

                           

Spazi liberi.
Possibilità o negazione?

20.06.20 / 16.00 – 18.00 / Piazzale Alexander Langer (Lungo Talvera)

La seconda esperienza esplorativa della città di Bolzano ha portato a riflettere sul tema della relazione. Giocando con il limite della distanza con strumenti di misura che tracciano grafiche a terra. Come possiamo interagire con lo spazio e con gli altri? In quali luoghi della città si può essere bambini?

con la partecipazione di
Officine Vispa

Atto pubblico #3

                           

Spazio domestico e selvatico.
Esiste un equilibrio?

20.06.20 / 21.00 – 22.30 / Piazza Università

L’ultimo atto ha posto una serie di domande alla città di Bolzano e ai suoi abitanti producendo immagini presenti o desiderate sulla città di Bolzano. Questi frammenti della ricerca sono la raccolta delle impressioni che le persone incontrate hanno condiviso con orizzontale. Sono domande aperte rivolte alla città. Quale immagine esiste della città di Bolzano? Come possiamo immaginarla?